Pagine

27.7.17

LEZIONI DI SEDUZIONE [Recensione] - Fallsofarc Books Party

Ciao miei carissimi palloncini... lo so sono rediviva, forse.. cioè questo è l'ultimo post prima della pausa estiva (si beh non è che ora sono stata presentissima lo so^^)
Comunque parliamo di oggi, con grande piacere ho preso parte ad un evento promozionale di un'autrice italiana da leggere e sostenere...

Chiara Venturelli, infatti in occasione del suo compleanno ha deciso di mettere in palio una copia cartacea e autografata dei suoi due libri: Lezioni di seduzione e Onde di velluto. Alla fine della recensione trovate tutti i dettagli per partecipare al giveaway.
Io mi sono proposta per una recensione di Lezioni di seduzione, visto che era un libro che era in TBR da una vita, lo volevo leggere dopo i commenti che avevo trovato in rete...

LEZIONI DI SEDUZIONE
di Chiara Venturelli

Centauria Libri | Maggio 2016 | New Adult | 304p | 9,90€



Iscriversi al corso di teatro è stato un errore. Ma vedersi assegnare il ruolo di Catherine, la protagonista, è una vera catastrofe per Elizabeth. Soprattutto perché la «star» maschile è Jack: bello, brillante, popolare. Tutto il contrario di lei, insomma, e come se non bastasse un vero stronzo. Tra i due volano subito le scintille, e la commedia romantica Lezioni di seduzione sembra un disastro annunciato.
Quando ci si mette di mezzo la magia del palcoscenico, però, chi può dire cosa succederà? Pian piano, mentre la dolce e maliziosa Catherine conquista il suo William, le cose tra Elizabeth e Jack cominciano a cambiare, la finzione e la realtà si intrecciano. Complici una visita in famiglia a dir poco pericolosa, un’amica determinata, un ex fidanzato insistente e almeno due scomodi triangoli sentimentali, i colpi di scena sul palco e fuori si susseguono in un crescendo di equivoci. Che porteranno l’eroe e l’eroina a interrogarsi sui propri veri sentimenti, fino alla sera di una prima all’insegna dell’«improvvisazione»…
Un romanzo dolce, trascinante e divertente che mette in scena, è il caso di dirlo, le domande più profonde di ogni relazione: chi siamo quando ci innamoriamo, e di chi ci innamoriamo veramente? Forse anche la passione è un palcoscenico, e gli uomini e le donne soltanto attori? E, soprattutto, cosa sarebbe un grande amore senza qualche colpo di scena?

Se un libro si legge in un giorno e una notte secondo voi è da consigliare o no?! Ehehe
Lezioni di seduzioni è quel libro che ti trascina dentro la storia senza che neanche te ne rendi conto, capisci che non ne puoi più fare a meno quando rispondi alle battute di Lizzy, ad alta voce, e tuo fratello ti guarda con l'espressione da 'chiamo il reparto psichiatrico'^^

19.7.17

LA DISTANZA TRA ME E TE [Recensione]

RECENSIONE AGGIORNATA

Ciao miei cari lettori, lo so è sabato, è già il secondo post che vi carico ma purtroppo ho avuto due settimane assurde e non sono riuscita a scrivere la recensione prima...
Oggi comunque parliamo di un libro che mi è stato mandato dalla casa editrice Newton Compton, che ringrazio infinitamente, mi ha fatto scoprire un'autrice fantastica e un libro piacevole...

LA DISTANZA TRA ME E TE
di Lucrezia Scali

Newton Compton | Settembre 2016 | Romance | 288p | 9,90€



Isabel abita a Roma: poco socievole, precisa, abitudinaria, programma la sua vita nel dettaglio. Non sopporta le sorprese, non le piace cambiare i suoi piani all’ultimo momento e considera l’imprevisto un vero nemico. Andreas vive in un piccolo bilocale a Torino, dove gestisce l’officina del padre. Ama la compagnia degli altri, il rischio e l’avventura. Due mondi incompatibili, uniti solo da una comune passione: i cani. Entrambi ne hanno uno, a cui sono legatissimi. Ed è proprio quando li accompagnano a una gara, che Isabel e Andreas s’incontrano. O per meglio dire, si scontrano, perché l’impatto non è dei migliori. Quasi per gioco, i due prendono a scriversi su Facebook. Brevi messaggi conditi da ironia e frecciatine. Sarebbe tutto perfetto, se Isabel non fosse sposata e Andreas fidanzato...

È un bel libro, piacevole, divertente, si legge bene e ci fa vivere un bel mix d'emozioni.

YOUNGER [Recensione]

RECENSIONE AGGIORNATA

Ciao lettori, oggi ultima recensione di questo mese poi ci sentiremo a settembre, con tanti nuovi progetti !!!
Ma oggi, parliamo di libri, ringrazio la casa editrice Piemme, per avermi mandato questo libro.. che ho apprezzato tantissimo !!

YOUNGER
di Pamela Redmond Satran

Piemme | Luglio 2015 | Romance | 277p | 16,90€



A volte nella vita basta dire… sì. Così, quando Alice capisce che non ne può più di fare la casalinga divorziata nel New Jersey, decide di tornare a Manhattan, dalla sua vecchia amica Maggie, per “ricominciare”. Ma come, se a 40 anni suonati, dopo quindici dall’ultima volta che è entrata in un ufficio, nessuna azienda che si rispetti potrebbe mai prenderla in considerazione per un lavoro? È così che quando Maggie le dà un’idea, Alice non può che lasciarsi convincere: fingersi una ventiseienne. Colpi di sole, jeans stretti, tacco alto, ed ecco che, nella notte di Capodanno, Alice diventa… la se stessa di vent’anni prima. Ben presto trova lavoro in una casa editrice, e incontra Josh, un ragazzo che portava i pannolini quando lei era al liceo. Per la prima volta da quando avevadavvero 26 anni, o anche da prima, Alice capisce che la vita può essere piena di possibilità. Anche se, una di queste, è che la scoprano – specie quando Josh decide di fare sul serio… Brillante, comica e romanticissima, la storia irresistibile di una casalinga davvero disperata che sceglie di cambiare vita. Perché non è mai troppo tardi per avere vent’anni – perlomeno a New York.

E' un libro ironico, leggero, divertente, mi sono lasciata trasportare dentro la vita di Alice e appena l'ho finito sono rimasta con la solita solitudine da abbandono, segno che il libro mi è piaciuto e non poco!!

18.7.17

IL PICCOLO ALBERGO DELLA FELICITÀ [Recensione]

RECENSIONE AGGIORNATA

CIAO miei piccoli e cari lettori, sono viva. Finita la sessione estiva, finalmente sono in vacanza con relax e letture e the freddo e gelato e piscina e sole (che non è più brutto e cattivo ma bello e sorridente!!)
Ok come sempre io parto di testa^^
Oggi recensione di un bel libro che mi ha travolto con la sua infinita gentilezza...

IL PICCOLO ALBERGO DELLA FELICITÀ
di Lucy Dillon

Garzanti | Giugno 2016 | Romanzo Rosa | 429p | 18,60€



Il piccolo albergo ricoperto di edera domina il giardino. Il futuro di Libby riparte da lì. Trasferirsi a Longhampton per gestire la nuova attività non è stato facile, e i lavori di ristrutturazione sono sempre più complicati. E poi c’è un ospite di cui è impossibile liberarsi. Un ospite con due orecchie pelose e un muso sempre in cerca di carezze: è Bob, il cane della suocera. Libby non ha tempo per occuparsi di lui e vorrebbe non averlo sempre tra i piedi. Ma presto scopre che Bob ha una dote speciale: attraverso la pet therapy, aiuta le persone a ritrovare il sorriso. Da allora Libby non può più fare a meno di quegli occhi capaci di leggere nel profondo della sua anima. E tutto all’improvviso appare più semplice. Un giorno, davanti all’albergo, un’auto investe una donna che rimane ferita e perde la memoria. Libby decide di ospitarla, sperando che la vicinanza di Bob possa aiutarla come ha fatto con lei. E la magia si compie. Tra quelle stanze calde e rassicuranti, piano piano i ricordi riaffiorano. L’amicizia con quel cucciolo buffo e invadente dà alla sconosciuta una nuova speranza e il coraggio di rimettere insieme i pezzi della sua vita. Ma quando arriva un uomo che si presenta come il fidanzato della giovane, Bob non si fida di lui. Libby non ha dubbi: il fiuto del suo caro amico non sbaglia mai. Insieme devono mettere in guardia la nuova amica. Perché il passato può nascondere delle ombre. Superarle può essere difficile, ma a volte il destino regala una seconda possibilità: una seconda possibilità per amare, per ritrovare la fiducia, per lasciarsi andare. Bisogna solo avere il coraggio di coglierla.

Non conoscevo questa autrice e sicuramente leggerò altro di lei perché il suo stile mi è piaciuto moltissimo. "Il piccolo albergo della felicità" è una storia accattivante, originale, con colpi di scena che ti fanno arrivare all'ultima pagina tutto d'un fiato.

NON PROPRIO UN APPUNTAMENTO [Recensione]

RECENSIONE AGGIORNATA

Ciao lettori, la sessione estiva mi sta uccidendo ma per fortuna la sera mi sono data alla lettura relax, ed eccovi il commento a questo bellissimo libro!!

NON PROPRIO UN APPUNTAMENTO
di Catherine Bybee - Not quite series #1

AmazonCrossing | Novembre 2015 | Romance | 250p | 9,90€



Jessica “Jessie” Mann, cameriera e madre single, è la praticità fatta persona. Anche se avesse tempo per uscire con gli uomini (e non ne ha) farebbe di tutto per garantire al figlio un’infanzia più tranquilla della propria. Per questo le serve un marito con i soldi! Così, quando Jack Morrison, un cliente terribilmente sexy con il cappello da cowboy e il sorriso accattivante, cerca di flirtare con lei, Jessie lo respinge perché apparentemente al verde. Dubita, infatti, che un sognatore come Jack possa garantirle la stabilità economica di cui ha bisogno. Sarà difficile resistere all’affascinante texano, con il Natale alle porte e il desiderio di non passarlo da sola.
Erede dei Morrison, proprietari di un impero degli hotel di lusso, Jack è abituato a essere adulato. Ora sente il bisogno di qualcuno che s’innamori di lui e non della sua ricchezza. Un giorno mette gli occhi su Jessie, ma il muro che la ragazza ha costruito intorno al proprio cuore potrebbe ostacolarlo. Così decide di nasconderle la sua vera identità e si offre di aiutarla a trovare il marito ricco che cerca. Peccato che la sua audace messinscena rischi di privarlo del desiderio che vorrebbe vedere esaudito per Natale...

Lettura estiva, divertente, emotiva e accattivante, uno stile semplice, dinamico e fresco, un bel libro per staccarsi e rilassarsi.

La trama non risulta molto originale, potremmo dire che questo libro riprende un po' le linee della favola di Cenerentola, il principe azzurro che viene dal Texas e le sorellastre che sono il conto in rosso e le bollette da pagare. Ma ha comunque degli sviluppi inaspettati e la storia prende corpo velocemente senza troppe banalità.

NON CHIAMARMI DI LUNEDÌ [Recensione + Intervista]

RECENSIONE AGGIORNATA

Ciao miei cari lettori oggi recensione di un libro che inizialmente non mi stava conquistando per poi rivelarsi un libro coinvolgente. Ringrazio la Newton Compton per questo libro e per il bellissimo evento che hanno organizzato sabato per noi Blogger al Salone del libro di Torino.

NON CHIAMARMI DI LUNEDI
di Daniela Volontè

Newton Compton | Marzo 2016 | Romance | 283p | 12,90€



Greta vive a Milano, Patrik a Roma. Si conoscono quando lei viene ingaggiata dalla Betapharma, la società di Patrik, per occuparsi di un ridimensionamento del personale in un periodo di crisi aziendale. E lui, giovane ingegnere con possibilità di reinserirsi nel mondo del lavoro, è tra quelli destinati a essere messi in mobilità. Quando l’ipotesi diventa una certezza, oltre al posto, Patrik deve dire addio anche alla sua storia d’amore. Greta invece non riesce a troncare un rapporto che non la porta da nessuna parte: Cris, l’uomo con cui ha una relazione, ha una moglie e pare proprio non volerla lasciare. Quando Patrik, ormai fuori dalla Betapharma, decide di concedersi una pausa e andare a trovare degli amici sul lago d’Orta, il caso vuole che incontri proprio Greta, quella che aveva ribattezzato come “la Lady di ferro”…

È stato un amore un po' sofferto con questo libro perché inizialmente non mi stava conquistando ma appena la storia ha preso corpo l'ho letteralmente divorato.
Il libro si articola con i due punti di vista di Patrik e di Greta, i due protagonisti; sono due personaggio complessi, entrambi lottano per la propria libertà e indipendenza ma si incontreranno e si svilupperà una divertente e bizzarra relazione tra di loro.

IL LINGUAGGIO SEGRETO DEI FIORI [Recensione]

RECENSIONE AGGIORNATA

Scusate per il ritardo ma settimana scorsa con il trasferimento a Bologna è stato tutto un po' frenetico. Oggi prima recensione letteraria, nel mio piccolo voglio combattere e far girare la cultura, almeno attorno a me e agli argomenti del blog. Oggi vi voglio parlare di Il linguaggio segreto dei fiori di Vanessa Diffenbaugh.

IL LINGUAGGIO SEGRETO DEI FIORI
di Vanessa Diffenbaugh

Garzanti | 2011 | New Adult | 316p | 9,90€



Victoria ha paura del contatto fisico. Ha paura delle parole, le sue e quelle degli altri. Soprattutto, ha paura di amare e lasciarsi amare. C'è solo un posto in cui tutte le sue paure sfumano nel silenzio e nella pace: è il suo giardino segreto nel parco pubblico di Portero Hill, a San Francisco. I fiori, che ha piantato lei stessa in questo angolo sconosciuto della città, sono la sua casa. Il suo rifugio. La sua voce. È attraverso il loro linguaggio che Victoria comunica le sue emozioni più profonde. La lavanda per la diffidenza, il cardo per la misantropia, la rosa bianca per la solitudine. Perché Victoria non ha avuto una vita facile. Abbandonata in culla, ha passato l'infanzia saltando da una famiglia adottiva a un'altra. Fino all'incontro, drammatico e sconvolgente, con Elizabeth, l'unica vera madre che abbia mai avuto, la donna che le ha insegnato il linguaggio segreto dei fiori. E adesso, è proprio grazie a questo magico dono che Victoria ha preso in mano la sua vita: ha diciotto anni ormai, e lavora come fioraia. I suoi fiori sono tra i più richiesti della città, regalano la felicità e curano l'anima. Ma Victoria non ha ancora trovato il fiore in grado di rimarginare la sua ferita. Perché il suo cuore si porta dietro una colpa segreta. L'unico capace di estirparla è Grant, un ragazzo misterioso che sembra sapere tutto di lei. Solo così il cuore più acerbo della rosa bianca può diventare rosso di passione.

Consigliato perchè è un libro coinvolgente, ti prende e ti porta dentro la vita di Victoria (protagonista), vivendo le sue emozioni e paure.
Copyright © PALLE DI NEVE DI CO
Template by: La Creative Room